Il pelo del cane - Webcocktail

Il pelo del cane

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)

Il pelo del cane si distingue in base alla tessitura dura oppure morbida, il mantello dei cani è formato da un sottopelo corto e da un pelo di copertura, che può essere più o meno folto a seconda della razza del cane e della stagione.

 Il pelo del cane si presenta in una grande varietà di colori e disegni. Vi sono razze di cani a pelo lungo, a pelo medio o a pelo corto.

 Il cane a pelo lungo

Il cane a pelo lungo necessità di accurate spazzolate per evitare i nodi. Inoltre al cane a pelo lungo si deve dedicare molto tempo per la toelettatura, in quanto richiedono moltissime attenzioni e cure. Il pelo può dire molto sulle condizioni di salute di un cane; se è lucido e soffice vorrà dire che sta bene, altrimenti potrebbe esserci qualche piccolo problema.

Difatti il pelo del cane svolge diverse funzioni: regola la temperatura corporea, protegge la pelle dagli agenti esterni e fa da interfaccia nell’interazione con il mondo esterno.

Se il cane perde pelo a chiazze

Il cane cambia continuamente il pelo di copertura durante l’anno. Se il cane perde il pelo a chiazze, potrebbe avere un’infezione batterica, come la rogna una tigna. Se invece avete fatto tosare il cane e il pelo fa fatica a ricrescere, è più probabile che abbia uno squilibrio ormonale. Quando il mantello del cane ha un aspetto sano, significa che è stato ben nutrito.

Muta del cane

Durante la muta, la cute del cane è molto sensibile agli allergeni e i soggetti poco curati potrebbero sviluppare un intenso prurito esistente anche ai trattamenti farmacologici.

Il cane sopporta molto bene le temperature sia basse che alte, grazie all’isolamento termico che gli fornisce il sottopelo.

Si commette l’errore di far tosare il cane in estate, ma, così facendo lo si priva dell’unica protezione naturale che ha contro il caldo. Inoltre, lasciando la pelle esposta, si corre il rischio di scottature.

Pelo di copertura e sottopelo

Mentre il pelo di copertura come detto in precedenza viene cambiato continuamente durante l’anno, il sottopelo muta solo due volte l’anno: in autunno si infittisce per fornire maggiore protezione contro il freddo, in primavera si dirada impreparazione del caldo in arrivo. La muta primaverile, di conseguenza, è più abbondante e necessità di spazzolature più frequenti.

Alcune razze di cani, come il barbone, sono prive di sottopelo e quindi meno adatte alla vita all’aperto, soprattutto in climi rigidi: il pelo di copertura, da solo, non è sufficiente a proteggerlo dal freddo.

Il barbone offre un vantaggio per la vita in appartamento, poiché il pelo di copertura si stacca naturalmente, senza bisogno di spazzolature frequenti; inoltre, lascerà almeno peli per casa.

© WebCocktail. All Rights Reserved.

Questo sito non utilizza cookie proprietari ma di terzi (Gooogle, Facebook). Cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.