Vini bianchi Italiani





Ampio, vario e articolato, è il panorama dei vini bianchi italiani altrettanto quanto i vini rossi. In Italia si trovano bianchi freschi, semplici e bevibili, da consumarsi entro l’anno dalla data di imbottigliamento, essenziali, poco ridondanti, dal gusto netto e preciso.

I vini bianchi sono diffusi soprattutto nell’Italia del Nord, per ragioni climatiche, difatti il freddo è più intenso che al sud, i grappoli dell’uva fanno più fatica a concentrarsi di zuccheri e la conseguente acidità sostiene la forma del vino.

I grandi vini bianchi italiani

 I grandi vini bianchi italiani, quelli strutturati e capaci di un positivo invecchiamento, di orientamento più internazionale, ottenuti con i classici Chardonnay, Sauvignon, Pinot bianco, elevati in tutto o in parte in legno, strutturati, alcolici e morbidi, ma anche tanti altri tipi ottenuti da colture autoctone.

 Denominazioni di vini bianchi italiani che non hanno bisogno di presentazioni, quali quelli del Soave, del Verdicchio dei Castelli di Jesi e di Metallica, della Vernaccia di San Gimignano, Fiano di Avellino e del Greco di Tufo.

Tutti vini bianchi che, se ben gestiti in vigna e in cantina, possono raggiungere invecchiamenti veramente notevoli. Questa tipologia di vini bianchi hanno cambiato le regole, ormai superate, che tradizionalmente abbinavano i bianchi ai piatti a base di pesce, minestre, primi leggeri o antipasti. Ben strutturati, infatti possono benissimo sostituire anche i vini rossi italiani blasonati in abbinamento a secondi piatti a base di carne e ricchi primi piatti.

Vini bianchi italiani per aperitivi temperatura di servizio

I vini bianchi più brevi e agili si pressano benissimo al momento dell’aperitivo, quando si tende a proporre preparazioni più leggere. Per quanto riguarda la temperatura di servizio: 8-10°C per i vini bianchi semplici, secchi e giovani; 10-12°C per i vini bianchi maturi, molto strutturati.

Denominazione Trentino DOC

Sotto la denominazione Trentino DOC, sono compresi sia bianchi che rossi prodotti nella provincia di Trento. Riguardo i vini bianchi ricordiamo: Chardonnay, Sauvignon, Riesling, Muller Thurgau, Pinot bianco, Pinot grigio. Per i vini freschi pronti da bere occorre scegliere tra quelli a base di Nosiola. Vanno serviti ad una temperatura di servizio 10-12°C

Vini bianchi abbinamenti

  • Trentino chardonnay si presta ad abbinamenti tipo: antipasti di mare, primi al sugo di pesce, frittate, salumi, secondi di pesce d’acqua dolce e di mare.  
  • Sauvignon si presta ad abbinamenti di minestre, crostacei, formaggi dolci; 
  • Riesling può essere abbinato ad antipasti misti, va servito come aperitivo, con minestre, piatti di pesce elaborati;
  • Muller Thurgau va servito come aperitivo, si abbina con pietanze di mare, molluschi e crostacei;
  • Pinot Bianco va servito con antipasti leggeri, con pesce d’acqua dolce e di mare;
  • Pinot grigio può essere abbinato a primi con sughi impegnativi, piatti a base di uova, e piatti a base di pesce.