Lista cocktail IBA



Visite: 124
“Contenuto articolo”[“Nascondi”]


L’attuale lista dei cocktail IBA (International Bartender Associaton), associazione di Barman Internazionale fondata nel 1951 in Inghilterra, molto diversa dalle precedenti, prevede una classificazione in tre grandi categorie:

  • The Unforgettables, “gli indimenticabili”, che con le nuove norme non potranno più uscire dalla lista dei cocktail IBA.
  • Contemporary Classics, “i classici contemporanei”, cocktail relativamente recenti ma affermati.
  • New Era Drinks,” il drink della nuova era”, cocktail famosi abbastanza recenti.

 

Accanto a ogni drink della lista IBA è indicata la tipologia di consumo come il tipo di cocktail:

  • Before Dinner Cocktail, drink serviti come aperitivo, che generalmente contengono una parte amaricante, vino, vermouth o bevande gassate. Di solito non sono dolci e hanno la funzione di stimolare l’appetito.
  • After Dinner Cocktail, da consumare dopo i pasti. Alcuni possono avere una funzione digestiva, altri è meglio consumarli lontano dai pasti.
  • All Day Cocktail, dal basso tenore alcolico, sono adatti per essere consumati a tutte le ore; in molti casi sono fruttati e dolci.
  • Sparkling Cocktail, contengono vino frizzante, hanno in genere un basso tenore alcolico e sono ottimi per essere consumati come aperitivo.
  • Hot Drink, cocktail da servire caldi.
  • Long Drink, cocktail dove la parte analcolica è presente in maggior quantità rispetto a quella alcolica ed è rappresentata da sode o succhi; a seconda della ricetta, sono adatti per essere consumati a tutte le ore o in momenti specifici della giornata.

A seconda della composizione dei loro ingredienti, si evolvono anche numerose famiglie di cocktail: buck, cobbler, cooler, crusta, cup, daisy, eggnog, fancy, fix, fizz, flip, grog, julep, negus, nog, posset, rickey, sangaree,smash.

Cocktail dosi e misure

L’IBA indica le ricette in centilitri (cl), ma l’unità di misura più utilizzata al mondo è l’oncia (oz). Non sempre però la conversione è precisa e in alcuni casi è stata adottata.

  • 1 oz corrisponde a circa 3 cl;
  • 1 dash indica circa 3 gocce;
  • 1 drop indica 1 goccia;
  • float indica che un ingrediente va fatto galleggiare in cima al cocktail;
  • top indica che l’ingrediente completa la cima del cocktail, solitamente sode;
  • splash è letteralmente uno spruzzo, un colpo;
  • twist significa spruzzare gli oli essenziali della buccia di un agrume.

Lista IBA 2011 - 77 Cocktail

Appartengono alla categoria:

The Unforgettables

  1. Alexander
  2. Americano
  3. Angel Face
  4. Aviation
  5. Bacardi
  6. Between the Sheets
  7. Casino
  8. Clover Club
  9. Daiquiri
  10. Derby
  11. Dry Martini
  12. Gin Fizz
  13. Johnn Collins
  14. Manhattan
  15. Mary Pickford
  16. Monkey Gland
  17. Negroni
  18. Old Fashioned
  19. Paradise
  20. Planter’s Punch
  21. Porto Flip
  22. Ramos Fizz
  23. Rusty Nail
  24. Sazerac
  25. Screwdriver
  26. Sidecar
  27. Stinger
  28. Tuxedo
  29. Whiskey Sour
  30. White Lady

Contemporary Classics

  1. Bellini
  2. Black Russian
  3. Bloody Mary
  4. Caipirinha
  5. Champagne Cocktail
  6. Cosmopolitan
  7. Cuba Libre
  8. Frence Connection
  9. God Father
  10. God Mother
  11. Golden Dream
  12. Grasshopper
  13. French 75
  14. Harvey Wallbanger
  15. Hemingway Special
  16. Horse’s Neck
  17. Irish Coffee
  18. Kir
  19. Long Island Iced Tea
  20. Mai Tai
  21. Margarita
  22. Mimosa
  23. Mint Julep
  24. Mojito
  25. Moscow Mule
  26. Pina Colada
  27. Rose
  28. Sea Breeze
  29. Sex on the Beach
  30. Singapore Sling
  31. Tequila Sunrise

New Era Drinks

  1. Barracuda
  2. Bramble
  3. B52
  4. Dark ‘n’ Stormy
  5. Dirty Martini
  6. Espesso Martini
  7. French Martini
  8. Kamikaze
  9. Lemon Drop Martini
  10. Pisco Sour
  11. Russian Spring Punch
  12. Spriz Veneziano
  13. Tommy’s Margarita
  14. Vampiro
  15. Vesper
  16. Yellow Bird