Attrezzatura per cocktail





In questo articolo parleremo dell’attrezzatura che serve a un barman per la preparazione dei cocktail. Gli attrezzi sono molti e ognuno ha la sua funzione, di seguito una breve descrizione dei più importanti e principali che servono per preparare i vari ingredienti che poi andranno a formare dopo la miscelazione, il cocktail finale.

Shacker classico

Lo Shacker classico, è formato da tre elementi: una campana di acciaio, una parte filtrante centrale e unto. Esistono anche altri tipi di Shacker; il Boston, formato da due campane che possono essere entrambi di metallo una di metallo e una di vetro, e il Parisienne, anche esso composto da soli due pezzi, ma dove quello più piccolo ha una forma sfondata e affusolata verso l’alto.

Mixing glass

Il Mixing glass è un bicchiere di vetro con beccuccio, richiesto nella preparazione dei drink delicati. È un tipo di Mixing glass anche la campana di vetro del Boston senza beccuccio.

Strainer

Lo Strainer occorre per filtrare i cocktail dal ghiaccio utilizzando un Boston o un Mixing glass, lo Strainer è un filtro con la molla, mentre se si vuole ottenere una filtrazione più pura è necessario anche un colino conico a maglie fini.

Julep strainer

Il Julep strainer è un tipo particolare di Strainer, di fatto è una sorta di grosso cucchiaio-paletta traforato, nato in origine per bere il cocktail Mint Julep e adesso utilizzato anche nella realizzazione della tecnica di servizio Throwing in assenza dell’apposito Strainer.

Jigger

I Jigger sono dei doppi coni graduati che servono per ottenere dosaggi perfetti, disponibili in diverse misure e forme, anche cilindrici o con manico. Molto utile anche il pentolino- misurino graduato Cup per la medesima unità di misura.

Metal Pour

I Metal Pour sono dei beccucci versatori di metallo, se utilizzati nella giusta modalità, consentono dosaggi perfetti, in questo caso caratterizzano il sistema americano di lavoro flair.

Dash bottle

Le Dash bottle, sono piccole bottigliette studiate per far fuoruscire l’unità di misura dash.

Bar spoon

Altra attrezzatura per cocktail indispensabile è il lungo cucchiaino dallo stelo elicoidale è il Bar spoon, un cucchiaino da cucina.

Swizzle

Lo Swizzle, è una sorta di mixer manuale di legno.

Attrezzi per preparare i cocktail

Vi sono poi attrezzi per preparare i cocktail che non devono assolutamente mancare nel tavolo di lavoro del barman e sono i seguenti:

il muddler, pestello per frutta e verdura che può essere in acciaio o in policarbonato; le pinze, per maneggiare frutta e verdura; un pelapatate, per ricavare le scorze degli agrumi; un cavatappi piatto per i tappi a corona; uno spremi lime, per ricavare il succo di lime; uno spremiagrumi manuale con manico; una paletta per il ghiaccio, possibilmente traforata; la fiamma ossidrica, per caramellare la frutta; infine, un buon coltello e un tagliere.

Per la lavorazione dei blocchi di ghiaccio esistono particolare coltelli in carbonio e gli ice-pick a tridente. Per alcune decorazioni sono utili gli stuzzicanti, le formine e gli spargizucchero.

Per il vino occorre un levatappi per i tappi di sughero e tappi stopper per richiudere le bottiglie di vino frizzante senza disperdere l’anidride carbonica.

Per quanto riguarda infine gli apparecchi elettrici sono necessari i blender, un frullatore per realizzare i drink frozen. Occorre anche il minipimer, un frullino a immersione per ottenere la polpa di alcuni ingredienti, in ultimo occorre anche il tritaghiaccio.